Arcadi Volodos, sfolgorante al piano

9 maggio 2008

Giunto a Bologna per sostituire un concerto del piu’ famoso collega Murray Perahia, già rinviato un’altra volta, il trentunenne pianista Arcadi Volodos ha dato sfoggio di un virtuosismo pari a quello dell’altro ormai notissimo pianista russo Evgeny Kissin, al quale è accomunato anche dalle senite acclamazioni del pubblico e, soprattutto, dal grande numero di bis concessi!

Prima con una sonata di Schubert, poi soprattutto con pezzi di Liszt, caratterizzati da un marcato pianismo, ha dato una notevole dimostrazione di padronanza del mezzo pianoforte, in un’esecuzione energica particolarmente sui toni alti della tastiera.

Verrà forse poi con gli anni il tempo per una maggiore introspezione e, purtroppo, pure per un appiattimento dinamico, come è parso a molti il senescente Radu Lupu esibitosi nello stesso Teatro Manzoni solamente 3 giorni fa … intanto godiamoci questo potente interprete, che ha un fittissimo calendario di concerti nel mondo intero, iniziati nel 1996, ed ha già collaborato con alcune delle piu’ importanti formazioni orchestrali internazionali.

Liszt, Rapsodia Ungherese n. 13

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: