Come è profondo il mare” è l’ottavo disco di Lucio Dalla, registrato nel 1977, composto da 8 brani; è il primo disco in cui Dalla è anche autore dei testi. Con questo album si consacrerà il talento delle doti di solista di Lucio Dalla.

Il mare raffigura il pensiero, che “dà fastidio, anche se chi pensa è muto come un pesce”, ma “non lo puoi bloccare, non lo puoi recintare”. E così i potenti si accaniscono sul mare: lo vogliono bruciare, uccidere, umiliare. Cantilena lenta e dolcissima, cadenzata sul basso liquido di Marco Nanni, ti si insinua, inesorabile, nelle orecchie e nel cuore [Claudio Fabretti, http://www.ondarock.it].

Dalla trasmissione RAI “Non stop”, 1978

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: