Annunci

Musica di George Gershwin, testo di Ira Gershwin.

La scena del sogno.

Cielo

Ognuno cerca di arrivare al bar,
Il nome del bar, il bar si chiama Cielo.
Il complesso nel Cielo suona la mia canzone preferita.
La suona ancora una volta, la suona tutta la notte.

Il Cielo, il Cielo è un posto
Un posto dove niente, niente mai succede.
Il Cielo, il Cielo è un posto
Un posto dove niente, niente mai succede.

C’è una festa, sono tutti lì.
Tutti andranno via esattamente allo stesso tempo.
Quando questa festa finisce, ricomincia daccapo.
Non sarà in alcun modo differente, ma sarà la stessa esattamente.

Il Cielo, il Cielo è un posto
Un posto dove niente, niente mai succede.

Quando questo bacio è finito ricomincia.
Non sarà in alcun modo differente,ma sarà lo stesso
Esattamente.
É difficile immaginare che proprio niente
Possa essere così eccitante, o così tanto divertente.

Il Cielo, il Cielo è un posto
Un posto dove niente, niente mai succede.
Il Cielo, il Cielo è un posto
Un posto dove niente, niente mai succede.

 

Testo di Nicola Piovani e Vincenzo Cerami, voce di Francesco De Gregori.

Testo di Eduardo De Filippo, voce di Jovanotti.

Testo di Nicola Piovani e Vincenzo Cerami, voce di Gigi Proietti.

Ci incontrammo in una strada di Parigi

Tra Bistrot, Pierrot, Pernod e cieli bigi

e fu quello che si dice un “coup de foudre”

che colpì il mio cuore, ed anche il tuo colpì!

Si chiamava Gasparina, e l’amai seduta stante,

e di lei feci un’amante, sotto i cieli di paris…

A Paris, a Paris, a Paris Gasparina m’apparì, m’apparì

era bella Gasparì, Gasparì, Gasparì

ed il cuore mi rapì, a Paris, Gasparì.

A Paris, a Paris, a Paris, ci sposammo un Martedì

Sans facon, san souci, poi fuggimmo nel Perù, nel Perù, nel Perù

per la luna dell’amor.

Ma però, ma però, ma però,

quando fummo nel Perù, nel Perù, nel Perù,

d’improvviso comparì, comparì, comparì

un impavido parà! Un parà, nel Perù?

Signorsì, un parà nel Perù, che facesse non lo so

so che vide Gasparì, ed il cuore le rapì…

Nel Perù, nel Perù, nel Perù Gasparina sospirò. sospirò, sospirò

e per gli occhi di un parà (Un parà?) del perù

Gasparina mi sparì, mi sparì, mi sparì !

Nel perù, nel Perù, nel Perù io cercavo notte e dì Gasparì, Gasparì

quell’amor nato a Paris, a Paris, a Paris,

che in Perù però perì (…)

E piangendo in questi giorni mesti e grigi

io rivivo quel bel sogno di Parigi

tra pierrot, bistrot, pernod, Renault, Peugeot… e cieli bigi

ricordando quando Lei apparì… a Paris.

Ho tentato sotterfugi, sortilegi e suffumigi, ma tutt’oggi penso solo a Gasparì

(…)

Ma però, ma però ma però, una maga del Perù, del Perù, del Perù

molto esperta nel wodoo, nel wodoo, nwl wodoo

mi predisse: “toernerà!… Gasparì? Tornerà!”

Il mio cuor ci sperò, sospirò, balbettò e s’impaperò

confidando nel wodoo della maga del Perù.

Nel Perù, nel Perù, nel Perù Gasparina riapparì, riapparì, riapparì

tra i miei baci riparò, riparò, riparò, ripudiando il suo parà

(E il parà?) Si sparò! Sotto il braccio a Gasparì, Gasparì, Gasparì

io me ne tornai a Paris, a Paris, a Paris

e vi giur che nel Perù, nel Perù, nel Perù

non ci tornerò mai più!

Testo di Roberto Benigni.

Vai

sorridi amore e vai

Hai negli occhi gli occhi miei

vai

con questa canzonetta

metti il cuore in bicicletta

il mondo aspetta il tuo sorriso vai

E’ blu,

il cielo e’ ancora blu

e tu

coloralo di più

vai nella bella confusione

milioni di persone

il mondo e’ vuoto se non ci sei tu

E vai

sei bello come un re

Bello come il ritornello di questa canzone che io canto per te

Ma si nasconde anche il dolore

nel dolcissimo rumore della vita intorno a te

Vai

la tua strada e’ fra la gente

Falla innammoratamente come quando eri con me

E allora vai

E vai

sorridi amore e vai

so che mi sorprenderai.

vai con questa canzonetta

metti il cuore in bicicletta

e’ in fondo al mondo la felicitá

Vai, CIAO

sei bello come un re

CIAO

sorridi, prendi il volo

e se un giorno sei solo

non ti scordar di me

http://www.palazzodiamanti.it/1203

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: