Max Roach, il ritmo del jazz

29 dicembre 2007

Il 16 agosto scorso è morto a 83 anni il batterista jazz Max Roach, le cui bacchette, davvero “magiche”, hanno accompagnato tanti grandi musicisti, fra cui Miles Davis e Charlie Parker,  in varie formazioni.

C’ era anche lui a formare il trio più memorabile, unico ed irripetibile, della storia del jazz, secondo me, che è quello delle registrazioni del disco Money Jungle, assieme al mitico Duke Ellington al pianoforte e l’altro gigante Charles Mingus al contrabbasso.

Max Roach era anche compositore ed ha rinnovato in maniera sostanziale il linguaggio delle percussioni nella musica moderna, arrivando a elaborare composizioni dedicate esclusivamente alla batteria, evidenziandone le possibilità melodiche.

For Big Sid, l’importantissima Drums Unlimited e Five for One

Max Roach con Elvin Jones ed Art Blakey, semplicemente le più grandi bacchette della storia del jazz

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: